MAuto_DNA_ph_Giuliano_Berti_16(0) MAuto_DNA_ph_Giuliano_Berti_15 MAuto_DNA_ph_Giuliano_Berti_10(0) MAuto_DNA_ph_Giuliano_Berti_29 Pio Manzu 016

Alias protagonista con la poltrona Manzù al MAUTO – Museo Nazionale dell’Automobile di Torino.

In occasione della mostra “DNA. I GENI DELL’AUTOMOBILE NELL’INDUSTRIAL DESIGN”, curata da Giosuè Boetto Cohen, Alias protagonista con la poltrona manzù, riedizione dello storico progetto di Pio Manzù, geniale protagonista del car design italiano.
Da martedì 29 novembre 2022 a domenica 26 febbraio 2023MAUTO – Museo Nazionale dell’Automobile di Torino. 

Una doppia mostra realizzata dal MAUTO – Museo Nazionale dell’Automobile di Torino e ADI Design Museum – Compasso d’Oro di Milano: due sedi espositive per raccontare il rapporto tra industrial design e car design, la scuola milanese e quella torinese, due città che si guardano in modo non sempre lineare. E tutto parte da una ricorrenza speciale: cinquant’ anni fa il MoMA - Museo d’Arte Moderna di New York, decideva di inserire nella sua collezione permanente anche un’automobile – capolavoro: la Cisitalia 202. 
A Milano fino a domenica 8 gennaio 2023 - una Cisitalia 202 rossa, identica a quella nella collezione del MoMA è esposta nella galleria del Compasso d’Oro, in un allestimento che rievoca il MoMA degli anni ’70.
A Torino, dove alla Cisitalia 202 è dedicato un ampio spazio nel percorso permanente, la mostra indaga il rapporto “design / car design” esponendo per la prima volta una selezione di opere dei massimi stilisti dell’automobile, quando hanno esplorato ambiti diversi.Il percorso si compone di dieci isole espositive, ciascuna dedicata a un car designer: tra i lavori di Rodolfo Bonetto, Giorgetto Giugiaro, Italdesign, Paolo Martin, Pininfarina, Giovanni Savonuzzi, Franco Scaglione, Tom Tjaarda, spiccano le opere di Pio Manzù, tra cui la riedizione da parte di Alias della seduta disegnata per la Rinascente di chiara derivazione automobilistica.La mostra prosegue con cinque omaggi al lavoro dei maestri Achille Castiglioni, Marco Zanuso, Toshiyuki Kita, Ron Arad e Peter Raacke correlato in vario modo al car design.  Concludono la visita cinque vetture premiate con il Compasso d’Oro e una riflessione sulle motivazioni della giuria. Manzù è una poltrona composta da scocca portante in poliuretano compatto costampato con poliuretano espanso e base in fusione d’alluminio, proposta con l’elegante rivestimento in pelle. Entrata in collezione nel 2011, questo progetto si configura come n’operazione di cultura del design, attraverso cui Alias scopre profonde affinità con la figura di Pio Manzù.
Fra i primi a concepire il rapporto uomo-macchina in termini di sicurezza e benessere, oltre la pura funzionalità. Autentico pioniere dell’ergonomia, grazie al rigore progettuale e alla padronanza delle tecnologie. 

Ph. Credits Giuliano Berti

Share this!

Per visualizzare questo contenuto devi selezionare i cookie statici

POPUP

Compila i campi obbligatori

Consenso ai Cookies

Per visualizzare questo contenuto devi selezionare i accettare i cookies di marketing

Consenso ai Cookies

Per visualizzare questo contenuto devi selezionare i accettare i cookies di preferenza