ORGATEC 2016: slim

Il duo britannico PearsonLloyd, progettisti affermati caratterizzati da design di estrema eleganza, disegnano per Alias la collezione di sedute da lavoro slim.
Una famiglia che si inserisce perfettamente nell’approccio progettuale dell’azienda bergamasca che mira ad ampliare il proprio catalogo ufficio, confermando la specificità della propria ricerca nel settore del design Made in Italy.

Linee leggere e filanti, profili sottili e imbottiture con bordi morbidi ed allungati che sulla parte posteriore ed inferiore si raccordano con i dorsi proposti in diversi materiali, sono gli elementi che caratterizzano l’intera collezione.

La famiglia si compone di tre differenti tipologie.

Le sedute operative slim task sono dotate di meccanismo sincronizzato autopesante di Donati, che garantisce elevato comfort, consentendo movimento sincro di seduta e schienale; la durezza dell’inclinazione dipende dal peso dell’utente.
Il meccanismo è utilizzato nella sua parte essenziale, riducendo al massimo gli spessori: il risultato è una seduta estremamente sottile ed elegante, da grande comfort affidato all’imbottitura in poliuretano e alla struttura elastica all’interno. Come accade nel design delle bicilcette, si ottiene essenzialità ed organicità tra la componente meccanica e quella estetica.
Il meccanismo ultrapiatto di Donati è nascosto da un carter in tre elementi che presenta due tasti, uno per blocco inclinazione, il secondo per regolazione altezza del pistone.

La seduta, in poliuretano stampato con struttura metallica, e lo schienale sono separate da un taglio netto, ma visivamente continuo.
Lo schienale è una forma pulita e molto rastremata, questo per conferirgli un’estetica finita e renderlo quasi indipendente dalla seduta.
Seduta e schienale hanno la parte anteriore rivestita con tessuti Kvadrat® , Camira® o pelle PELLE FRAU® Color System (SC) mentre la parte posteriore realizzata in materiale plastico verniciato.

La collezionetask risponde alla normativa UNI 1335C, relativa ai principi ergonomici e requisiti funzionali minimi per le sedie da ufficio.

Le condizioni di lavoro e la protezione delle persone che lavorano in ufficio, in termini di sicurezza e salute, prevedono che le “sedie da lavoro per ufficio” vengano prodotte secondo i principi ergonomici ed i requisiti funzionali minimi contenuti nelle seguenti norme:
UNI EN 1335-1, dimensioni e determinazione delle dimensioni;
UNI EN 1335-2, requisiti di sicurezza;
UNI EN 1335-3, metodi di prova per la sicurezza.
Le sedie slim sono classe C.

Le sedute slim conference, ideali per svariati utilizzi, sono proposte nella variante con seduta fissa o con meccanismo armonico oscillante con una leva che consente il blocco e la regolazione dell’altezza.
Seduta e schienale sono realizzati in un unico pezzo. La scocca, in poliuretano espanso con all’interno una struttura in carpenteria metallica per garantire comfort, è proposta in tre dimensioni, con schienale basso, medio ed alto.
La parte anteriore della scocca può essere rivestita con tessuti Kvadrat® , Camira® o pelle PELLE FRAU® Color System (SC), così come il dorso, che può essere però proposto anche in materiale compatto verniciato in diversi colori.

Le sedute slim conference possono essere dotate di base a 4 razze diametro 70 con piedini non regolabili o a cinque razze con ruote. L’escursione del pistone è di 12 cm.

Completa la collezione, slim lounge, due comode sedute, caratterizzate dalla scocca continua e leggera, con base a 4 razze di diametro 85 cm, e dotate di autoritorno per garantire l’allineamento tra seduta e base.
Ideali per i tempi di attesa e relax, la lounge low è disponibile con schienale basso e ampia seduta, mentre la lounge high ha uno schienale alto ed una seduta più raccolta.

Slim lounge è proposta con parte anteriore della scocca rivestita con tessuti Kvadrat® , Camira® o pelle PELLE FRAU® Color System (SC), e dorso con rivestimento in tinta o in materiale compatto verniciato in diversi colori.

Tutte le sedute della collezioni slim , ad eccezone della lounge 80, possono essere corredate con i braccioli in alluminio, proposti in due modelli: quello dalla forma classica a T e quello a Y, entrambi propsti sempre in tinta alla finitura della base (lucidato, cromato o verniciato in diversi colori).
Un’opzione molto raffinata ed innovativa che caratterizza ulteriormente la collezione.

Luke Pearson e Tom Lloyd creano così una collezione ultra contemporanea, caratterizzata da pezzi di estrema leggerezza formale e grandissimo comfort, con lo scopo di offrire agli architetti un progetto trasversale ideale per soddisfare la richiesta più specifica.

Products

Designers

ORGATEC 2016: frame 52 & frame 52 soft

La collezione frame 52 nasce dall’analisi sulle proporzioni delle sedute contemporanee e del cambiamento tipologico delle sedie da ufficio che è sempre più “luogo di lavoro”, dove si svolgono diverse attività legate alla relazione sociale e al lavoro in team.

Per andare incontro a questa nuova esigenza, Alias, partendo dallo schema meccanico della rollingframe e meetingframe dotate di meccanismo oscillante TILT, ha chiesto ad Alberto Meda di studiare un nuovo sistema di basi e di meccanismi che consenta di ampliare la larghezza della seduta del 10%.

Le criticità emerse in fase di ricerca e sviluppo sono prevalentemente connesse alla fisica degli elementi che devono sostenere delle dimensioni così diverse dalla collezione storica, nel rispetto della leggerezza formale che la caratterizza.

Con concezione differente rispetto alla serie precedente, dopo diverse analisi statiche, vengono presentate due nuove basi, con diametro di 70 centimetri, dal design piatto e slanciato, e spessori al limite della resistenza fisica del pezzo, che permettono il montaggio di diversi pistoni, e di costruire sedie differenti con diverse altezza.

Anche il manubrio del tilt e le pressofusioni sono state ridisegnate nello spirito del progetto frame originario.

Alias e Alberto Meda con frame 52 si dimostrano molto attenti alle evoluzioni tipologiche e di normativa dei prodotti: la frame, uno dei best seller Alias si rinnova profondamente per rispondere ai nuovi modelli di lavoro e uso del prodotto.
La frame 52 come proporzioni è molto elegante, adatta ad un uso in ambienti ufficio, ma anche nel mondo dell’hospitality e domestico, dove spratutto la meetingframe lounge trova ideale collocaznione nellle zone relax dei salotti delle abitazioni.

La rollingframe 52 è caratterizzata da una base girevole in alluminio pressofuso, con cinque razze con ruote; una camicia esterna raccorda la superficie esterna del pistone da 40mm al centro della base. La seduta girevole autoallineante meetingframe 52 prevede invece una base a quattro razze con piedini in pressofusione più compatta.
In entrambi i casi la base monta un meccanismo titlting che ne aumenta il comfort, rendendo possibile l’inclinazione contemporanea della seduta con lo schienale.
A seconda del peso dell’utente è possibile regolare la durezza della molla che governa il meccanismo oscillante.
Completa la collezione meetingframe lounge 52: il pistone di 50 mm più basso rispetto la standard, e lo schienale inclinato di 5° in dietro, trasforma le sedute in comode poltroncine, ancora più confortevoli se abbinate al pouf feetframe.

Le proporzioni riviste della collezione frame 52 , rende queste sedute ideali per il seating tecnico informale, l’home office e gli uffici operativi.

Frame 52, disponibili con e senza braccioli, sono caratterizzate da struttura in profilo di alluminio estruso ed elementi in pressofusione cromata, lucida o verniciata in diversi colori. Seduta e schienale sono proposti in rete di poliestere spalmata con PVC in diversi colori; o in tessuti Kvadrat® ; o in pelle Pelle Frau® Color System (SC), in una selezione di 7 eleganti colori. È prevista inoltre una rete di poliestere spalmata con PVC con fibre di canapa, visivamente più opaca rispetto la standard e dal touch naturale.

Frame 52 prevede anche la variante SOFT, con cuscino sagomato, realizzato in morbida pelle Pelle Frau® Color System (SC) o in tessuto Kvadrat® e diviso in quattro parti: due sulla seduta e due sullo schienale, che rendono le sedie ancora più confortevoli.

Le collezioni frame 52 e frame soft 52 rispondono alla normativa UNI 1335C, relativa ai principi ergonomici e requisiti funzionali minimi per le sedie da ufficio.
Le condizioni di lavoro e la protezione delle persone che lavorano in ufficio, in termini di sicurezza e salute, prevedono che le “sedie da lavoro per ufficio” vengano prodotte secondo i principi ergonomici ed i requisiti funzionali minimi contenuti nelle seguenti norme:
UNI EN 1335-1, dimensioni e determinazione delle dimensioni;
UNI EN 1335-2, requisiti di sicurezza;
UNI EN 1335-3, metodi di prova per la sicurezza.
Le sedie frame 52 sono classe C, quando dotate di bracciolo autopellante.

Products

Designers

ORGATEC 2016: okome

Dalla collaborazione con lo studio Nendo, nasce il sistema di imbottiti okome, con il quale Alias si prefigge di entrare nel mondo living-contract, con un gesto fresco e raffinato.
Una famiglia di sedute e schienali caratterizzati da ampi raggi e forme morbide e naturali che richiamano i ciottoli levigati dall’acqua.

Combinando tra loro i diversi elementi, ed unendoli attraverso un sofisticato sistema di aggancio, Alias presenta nove diverse configurazioni, create per rispondere agli specifici utilizzi, sia delle zone di lavoro (zone lounge, waiting area e meeting informali) che quelle domestiche.

Le configurazioni, molto diverse tra loro, consentono di gestire diverse situazioni d’uso, dalla seduta singola ad ampie isole adatte per zone contract di attesa a configurazioni adatte ad un uso domestico simili tipologicamente a divani.
Ogni elemento, sia esso seduta o schienale, si configura con un oggetto morbido, un volume compatto che entra nel mondo dell’imbottito.
La struttura è realizzata in legno; l’imbottitura è in poliuretano espanso a diverse densità e uno strato di memory garantisce il mantenimento della forma del divano.
I moduli si incastrano tra loro garantendo delle sedute ampie ma sempre in appoggio sugli schienali, grazie ad una struttura di aggancio realizzata in acciaio.
Tutti gli elementi sono impreziositi dal rivestimento sfoderabile proposto in svariati tessuti Kvadrat®.

Il sistema okome si completa con diversi elementi di supporto che lo rendono ancora più interessante: il pouf singolo, ideale per aggiungere una seduta; il pratico tavolino con struttura in acciaio verniciato e top in MDF verniciato in diversi colori; e l’innovativo table cable, un curioso pouf che supporta all’interno della vasca con coperchio - realizzata in materiale plastico verniciato in diversi colori - il cable managment, fondamentale supporto ai vari device.

Okome rappresenta la risposta di Alias al mondo delle sedute informali e dei pouff; i raggi ampi delle forme della collezione, l’estrema coerenza formale tra gli elementi imbottiti e la stessa coerenza con gli accessori rendono questo divano unico, capace di creare i più svariati scenari, gestendo in modo razionale gli spazi più diversi.

Products

Designers

ORGATEC 2016: eleven high back privacy

Il divano eleven high back, disegnato per Alias dallo studio inglese PearsonLloyd si amplia con l’introduzione di una nuova variante che ne rappresenta il naturale completamento.
È un’architettura leggera che nasce mettendo due divani eleven high back uno di fronte all’altro e chiudendo un lato attraverso un unico pannello, che si fissa alle gambe in fusione di alluminio, verniciato in diversi colori, che caratterizzano l’intera collezione; la nuova configurazione diventa una sala riunioni, intima e funzionale, in grado di schermare sia visivamente che acusticamente, una zona protetta di privacy, ideale per accogliere fino a quattro persone.

Il pannello, compatibile con i divani a 1 2 e 3 posti, può essere aggiunto anche a composizioni precedentemente ordinate.
Per consentire una gestione ottimale, il pannello è dotato di due cerniere che consentono alla parte centrale che misura 1 metro di essere indipendente dai divani, questo consente anche di creare situazioni in cui i divani creano tra loro angoli diversi e configurare spazi molto dinamici.

Flessibili e di grande impatto estetico, i pannelli rivestiti in tessuto Kvadrat® o Camira®, sono in tinta con gli elementi imbottiti ignifughi; pratici bottoni automatici permettono di fissare i cuscini schienale e braccioli ai pannelli.

Products

Designers

ORGATEC 2016: biplane high

Un’intuizione compositiva che dà vita ad un sistema di tavoli di grande duttilità nelle forme, nelle dimensioni e negli utilizzi. Il progetto biplane nasce dall’idea di ottenere una serie ampia e differenziata di modelli.
Le gambe in alluminio sono fissate ad un sottopiano centrale e al piano del tavolo, componendo così una solida struttura. Il numero delle gambe è variabile a seconda della dimensione del piano, disponibile in diverse finiture.

Il biplane si arricchisce di una nuova versione h 110. I modelli di lavoro e incontro contemporanei sempre più spesso prediligono tavoli alti che consentono l’uso di sgabelli e quindi una fruizione più dinamica dei tavoli rispetto a quelli di altezza standard perché al posto di sedersi basta appoggiarsi al piano del tavolo o usarlo su sedute alte. Queste caratteristiche lo rendono ideale per ambienti di lavoro dinamici, dove i meeting si susseguono a sessioni di lavoro in gruppo.

Alberto Meda disegna così una gamba completamente rivisitate rispetto al biplane ad altezza cm 72, più alta e più robusta, con una sezione a V che consente di ridurre al massimo l’uso dell’alluminio e di mantenere un’alta resistenza strutturale. Il risultato è un tavolo molto slanciato, visivamente molto leggero.
Adatto all’uso in sale riunioni si presta anche ad essere utilizzato come desk reception.

La forma a V della sezione della gamba consente inoltre di far passare i cavi elettrici fino al sottopiano.

Da oggi la collezione si amplia con l’introduzione di quattro piani, in mdf laccato bianco, caratterizzati da angoli smussati che possono essere montati su gambe ad altezza 110 cm: il quadrato disponibile nelle misure cm 120x120 e cm140x140; e il rettangolare nelle misure cm 205x105 e cm 240 x 105.
Perfetti per ogni ambientazione, i nuovi tavoli biplane rappresentano il costante impegno di Alias nella ricerca di soluzioni che rispondono alle più svariate esigenze.

Products

Designers

ORGATEC 2016: TEC system

Tec è un tavolo elementare componibile caratterizzato dalla gamba dal design slanciato, che si aggancia ad una struttura in alluminio estruso arretrata rispetto al bordo del tavolo. Questo schema da un lato consente visivamente di far volare il piano del tavolo, e contemporaneamente la possibilità di sviluppare una gamma molto ampia di dimensioni. Con l’introduzione delle varianti cable, la collezione TEC risulta ideale per i più svariati ambienti ed utilizzi.

La collezione TEC si amplia grazie all’introduzione di 3 nuove dimensioni da cm 160 x 160, 200x160 e 240x160, tutte caratterizzate dalle 4 gambe agli estremi a garantire la struttura portante e la planarità del piano. Questi nuovi modelli possono prevedere una lamiera fissata sotto il piano che ospita il pannello fonoassorbente, e un sistema di vaschette cable management fissate con magneti per garantire grande flessibilità di utilizzo.

Tec è anche sistema grazie all’introduzione di una nuova gamba che consente di configurare tre nuovi moduli, che accostati tra loro permettono di creare diverse configurazioni: il modulo iniziale a 4 gambe, i moduli centrali e il modulo finale a 2 gambe.
Disponibili con piano in stratificato Full Color bianco, di profondità di 80 o 160 cm e lunghezze da 160, 200 e 240 cm, i tre moduli differiscono tra loro per la struttura che sorregge il top.
Il tavolo può essere dotato di pannello courtesy, e di fori passacavo con sportellino.

Tec System predeve diversi accessori tra i quali le pannellature fonoassorbenti in Full Color o in MDF rivestito in tessuto Kvadrat®, il contenitore in acciaio verniciato bianco per i cavi e il passacavi in alluminio anodizzato e vertebra in materiale plastico grigio.

Products

Designers

ORGATEC 2016: aline update

Il sistema contenitore aline disegnato da Dante Bonuccelli si rinnova presentando la nuova variante con fissaggio a soffitto.
I montanti, disponibili in due altezze, compatibili rispettivamente per locali alti 270 e 300, sono fissati a pressione fra pavimento e soffitto.
I nuovi montanti permettono una regolazione variabile da 268 a 290 cm.
La regolazione avviene mediante due piedini uno a pavimento ed uno a soffitto.
La nuova libreria pavimento-soffitto può essere affiancata alla libreria self standing e i piani risulteranno allineati.

Mensole, cassetti singoli o doppi, moduli a ribalta, disponibili anche con apertura dall’alto verso il basso e comodi ripiani porta riviste sono collocabili a varie altezze grazie a una serie di fori predisposti sui montanti.

La libreria aline da oggi è corredabile con i pannelli fonoassorbenti Caimi, realizzati con tecnologia Snowsound, che permette di ottenere un assorbimento selettivo alle diverse frequenze e quindi di ottimizzare l’acustica dell’ambiente nonostante lo spessore molto contenuto dei pannelli stessi.

I panneli Snowsound Caimi sono forniti nelle due misure 160 e 120 e larghezze 60 e 90 un sistema di aggancio molto semplice consente di montarli anche su composizioni aline acquistate in precedenza.
I pannelli fonoasorbenti rendono aline ideale per organizzare zone di lavoro, creando spazi protetti visivamente e acusticamente, oltre che comodi pannelli su cui organizzare informazioni di lavoro.
Un'altra novità è un sistema di reggilibri magnetici fornito in kit per i ripiani da 90 cm due reggilibri e per quelli da 120 cm tre reggilbri. Il kit va montato all’interno del ripiano ed è quindi completamente invisibile il che concorre a lasciare inalterata la pulizia formale del prodotto.

In alluminio estruso verniciato - nei toni neutri del bianco, del grigio grafite o grigio metallizzato goffrato – aline lascia ai libri il compito di arredare, e nella sua semplicità, leggerezza e rigore, si configura come un vero e proprio elemento architettonico in grado di organizzare gli spazi.

Products

Designers

SALONE 2016: tavolo zero

Il gesto raffinato di Ron Gilad entra nella collezione Alias, per la quale il designer israeliano sviluppa il tema del tavolo basico a quattro gambe.
La sua capacità di sintesi concettuale e il suo spirito ironico si concretizza in una collezione dalla geometria essenziale ed astratta, in cui l’angolo, l’elemento strutturale del tavolo, viene magicamente svuotato, quasi smaterializzato, lasciando spazio ad una forma enigmatica, un spazio vuoto che viene evidenziato dal colore.

I materiali utilizzati per la struttura/telaio sono la fusione e l’estrusione di alluminio, con un ingegnoso sistema nascosto che consente di lavorare con degli spessori minimi, lasciando una pulizia formale estrema e garantendo grande stabilità.

Una collezione di tavoli e tavolini, proposta in quattro altezze che supportano piani quadrati e rettangolari di diverse misure. Il tavolo ad altezza cm 110 ospita un piano cm 40x40; quello ad altezza cm 73 è ideale per le zone living grazie ai piani quadrati (cm 40x40, 80x80, 120x120 e 140x140) o rettangolari, disponibili in due profondità (cm 80 e 100) e tre lunghezze (cm 160, 180 e 200); pratico per l’home-office è il desk con piano cm 140x70, che può supportare la lampada Kelvin di Flos. Completano il sistema tavolo zero i tavolini ad altezza cm 43 proposto con piani rettangolari di profondità cm 80 in tre diverse lunghezze (cm 160, 180 e 200) e, come quello ad altezza cm 24, top quadrati (cm 40x40, 80x80, 120x120).

I piani sono disponibili in diversi materiali: pietra acrilica verniciata rosso corallo, bianco, nero, sabbia e grigio grafite o vetro extra chiaro; e si accostano perfettamente alla struttura composta da un telaio in alluminio verniciato in diversi colori o lucido, e da quattro gambe in alluminio verniciate, o lucidate o impiallacciate rovere naturale. L’angolo svuotato viene verniciato per sottolineare la magica assenza.

Tavolo zero rappresenta il naturale completamento del catalogo di tavoli Alias, posizionandosi sul confine fra l'astratto e il funzionale.

Products

Designers

SALONE 2016: gran kobi

La collezione gran kobi si espande naturalmente con l'introduzione di una base più ampia che consente un nuovo utilizzo.
Gran kobi è una poltrona bassa dalle dimensioni generose. Una seduta molto versatile che permette situazioni di relax.
Ideale nei salotti domestici e nelle sale d'attesa, sino alle situazioni di ufficio informale, gran kobi induce un atteggiamento di relax, garantendo massimo comfort.
Come l’intera collezione, anche la scocca di gran kobi è una sorta di canestro, rigoroso e avvolgente, creato dagli intrecci in tondino d’acciaio saldato. Il sostegno, in fusione di alluminio, abbraccia elegantemente la seduta, avvolgendone totalmente la forma.
La struttura proposta prevede sostegno e gambe in alluminio verniciato con scocca in tinta, disponibile in diversi colori.
A completamento della poltrona, è prevista una serie di cuscini, modellati per aderire perfettamente alla scocca ed integrarsi visivamente con la struttura, rivestiti in tessuto o pelle che ne fanno un prodotto estremamente comodo, garantendo massima libertà di posizioni.

Gran kobi completa l’offerta di Alias del mondo degli imbottiti per ambienti d’attesa che domestici grazie anche ad un pouf/panca con duplice funzioni: sia elemento di comfort che supporto agli elementi tecnologici, quali computer e tablet.

Products

Designers

SALONE 2016: twelve

Una rivisitazione del divano domestico in chiave Alias.
Un vero e proprio sistema costituito da poltrona, divano a due e tre posti ed elementi angolari, vere e proprie chaise longue, che possono essere combinati in diverse maniere creando ogni volta configurazioni diverse.
Il duo britannico PearsonLloyd presenta twelve, un sistema di imbottiti, dalle dimensioni generose che assicurano un elevato comfort e lo rendono ideale negli scenari domestici.

Sospeso. La gamba slanciata, realizzata in fusione d’alluminio verniciato in diversi colori, è l’elemento che caratterizza ogni seduta della collezione twelve. Queste supportano un telaio in acciaio sul quale poggia su piano in legno che ospita la cuscineria delle sedute, schienali e braccioli. Il risultato è un sistema di imbottiti di estrema pulizia visiva, dalle linee asciutte.

Il comfort è affidato ai cuscini molto disegnati, dalla forma morbida ma compatta, realizzati in poliuretano espanso di diversa densità e rivestiti in tessuto Kvadrat® o Pelle Frau® Color System, proposte in un ampia gamma di colori.

Alias suggerisce diversi accostamenti tra le finiture di struttura ed imbottito, con soluzioni attuali che esaltano il progetto.

Products

Designers

SALONE 2016: saen XS

Dopo il successo del tavolo monogamba in cemento saen, la coppia di designer Gabriele ed Oscar Buratti sviluppa una famiglia che ne rappresenta il naturale completamento.
Ridisegnando le proporzioni della base, viene presentata una collezione di tavolini che sfruttando la base stessa, grazie ad un sistema di giunti di differente altezza, crea una ricca famiglia ideale sia per situazioni lounge, di supporto a divani e poltrone.

Come il tavolo saen, anche i tavolini sono caratterizzati da una base importante che in un disegno fluido, continuo e morbido, diventa stelo esile e slanciato, in un contrasto formale molto forte. Una sorta di calice rovesciato che portando il contenuto ed il peso nella parte a terra risolve l’esigenza della zavorra strutturale, a cui vengono fissati piani di forme e materiali diversi.
La base di saen è realizzata in cemento, materiale originale con una forte dose di specialità, facilmente plasmabile, omogeneo nella trama e sufficientemente pesante; resistente anche con sezioni ridotte e dalla finitura superficiale morbida e tattile.
Il cemento, simbolo di modernità in architettura, si rivela così materia fantastica ed inaspettata ideale per essere sperimentata sia a livelli formali che cromatici. L’innovazione della soluzione tecnologica utilizzata per lo stampo della base consente di ottenere una superficie del getto uniforme e pulitissima che non presenta segni di giunzioni.
La base dei tavoli saen xs, disponibile in tre diverse altezze (cm 50, 63 e 73), è proposta in cemento bianco, grigio e nero e può supportare piani rotondi da cm Ø50, Ø60, Ø70, Ø80, Ø90 in full color verniciato bianco, corallo, sabbia, nero e fresato a controllo numerico.
Una collezione che fonde l’eleganza del disegno alla ricercatezza materica.

Products

Designers

SALONE 2016: TT soft

Un’evoluzione per il sistema di sedute imbottite TT di Alfredo Häberli. Il designer argentino, nome ricorrente in diverse collezioni Alias, progetta una nuova variante caratterizzata dal nuovo disegno più snello delle gambe, proposte metallo verniciato in diversi colori.

La compatta morbidezza della seduta è ottenuta grazie a una scocca rigida ricoperta con poliuretano espanso a densità flessibile, che ne aumenta il comfort.
Tutto è studiato in modo che il rivestimento, oltre ad essere completamente sfoderabile, possa essere proposto nella variante bi-colore, attraverso un sistema di cerniere sul bordo che consente di unire diversi tessuti Kvadrat® o pelle Pelle Frau® Color System.

Il sistema TT SOFT comprende sedute singole, a 2 posti e a 3 posti con e senza schienale, tutte caratterizzate da forma asciutta e da proporzioni armoniche.
L’immediata vocazione per il contract di questi divanetti e poltroncine, panche e sgabelli imbottiti, li rende consoni anche agli interni domestici contemporanei, in cui le funzioni spesso si mixano e si trasformano.

Products

Designers

SALONE 2016: new frame soft

Dopo la presentazione al Salone del Mobile di Milano 2015 delle sedute rollingframe+ TILT e meetingframe+ TILT nella variante SOFT, e l’introduzione della struttura nella nuova cromatura nera ad IMM Cologne 2016, continua l’espansione della famiglia frame che si arricchisce della cuscineria SOFT, anche sui modelli frame XL, longframe, armframe e feetframe.
La nuova famiglia di sedute si rivolge ad un pubblico sempre più esigente, che richiede un’estetica molto ricercata, e al mercato contract che necessita sempre più spesso di sedute per uffici direzionali e per gli ambienti lounge che necessitano di un prodotto sia dall’aspetto che dall’essenza ricco e confortevole.
Frame SOFT risponde a queste situazioni, mantenendo la sua inconfondibile purezza formale.
Il cuscino sagomato è rivestito in morbida Pelle Frau® Color System o in tessuto Kvadrat® .
Generosi e di estremo comfort, i cuscini sono montati direttamente sulle sedute completamente rivestite in pelle o tessuto, e rappresentano un ulteriore miglioramento ergonomico che va a completare l’offerta di una collezione icona del design contemporaneo.
Tutte le strutture sono disponibili nella nuova cromatura nera, che mantiene gli stessi requisiti tecnici della standard, e garantisce eleganza e raffinatezza alla collezione frame soft.

Products

Designers

SALONE 2016: green new finishes

La storica collezione per esterni green di Giandomenico Belotti si amplia con l’introduzione dei nuovi piani in Dekton® by Cosentino.

La superficie ultracompatta Dekton® possiede proprietà tecniche superiori: resistenza ai raggi UV, ai graffi, alle macchie, agli shock termici, oltre a presentare un ridottissimo assorbimento di acqua. Un prodotto ideale che completa la gamma dei tavoli da esterno green.
I nuovi piani sono disponibili nei colori Bianco e Grigio , due nuance pure ed emogenee, autentiche ed essenziali allo stesso tempo.
Resistenza, praticità e definizione di spazi aperti caratterizzano questi tavoli.
Le strutture in acciaio inox spazzolato disegnano la struttura dei tavoli, disponibili in diverse dimensioni.
Aggiungono forte identità all’insieme le sedie, poltroncine, sgabelli e comode chaise longue, proposti con seduta e schienale in rete di poliestere spalmata di PVC o nella tessitura in tondino di PVC.

Products

Designers

SALONE 2016: spaghetti new colors

Progetto simbolo nella storia del design, spaghetti chair è la prima delle sedie Alias entrate a far parte della collezione permanente del MoMA di New York. La struttura è in acciaio verniciato o cromato; la seduta e lo schienale sono realizzati con la caratteristica tessitura in tondino di pvc, discreti se presentati nella versione trasparente e più decisi quando vengono proposti nelle diverse tinte.

Spaghetti chair è un eccellente esempio di semplicità materica e formale che moltiplica, nelle sue tante varianti, le possibili occasioni di impiego. Declinata in numerose tipologie, impilabile, con o senza braccioli, spaghetti chair viene scelta per gli ambienti conviviali, i locali di tendenza o gli spazi dallo stile sobrio e informale.

La collezione rappresenta un insieme coerente di sedie, poltroncine e sgabelli che da oggi si arricchisce di nuove finiture: i colori storici lasciano così spazio a tinte più naturali ed organiche, quali il corallo, i beige e il carta da zucchero, proposte sia sulla struttura che sul tondino di PVC.

Products

Designers

IMM 2016: new frame soft

Da oggi le sedie rollingframe+ low, rollingframe+ e meetingframe+ nella variante con meccanismo oscillante TILT, si arricchiscono con la variante SOFT.
La nuova famiglia di sedute si rivolge ad un pubblico sempre più esigente, che richiede un’estetica molto ricercata, e al mercato contract che necessita sempre più spesso di sedute direzionali.
Frame soft risponde a queste situazioni, mantenendo la sua inconfondibile purezza formale.
Il nuovo cuscino sagomato è realizzato in morbida Pelle Frau® o in tessuto Kvadrat® e diviso in quattro parti: due sulla seduta e due sullo schienale.
Generosi e di estremo comfort, i cuscini sono montati direttamente sulle sedie completamente rivestite in pelle o tessuto, e rappresentano un ulteriore miglioramento ergonomico che va a completare l’offerta di una collezione icona del design contemporaneo.
La struttura è disponibile nella nuova cromatura nera, che mantiene gli stessi requisiti tecnici della standard, e garantisce eleganza e raffinatezza alla collezione frame soft.

Products

Designers

IMM 2016: kayak faggio

Il legno è il filo conduttore di kayak, la collezione di sedute sviluppate con tecnologie tradizionali per dare vita a un progetto di grande eleganza.
Un progetto tecnicamente complesso, caratterizzato da una seduta accogliente, di grande piacevolezza estetica e altrettanta stabilità, garantite nonostante le sezioni estremamente sottili della seduta curvata e degli elementi della struttura.
La sfida del designer francese è stata quella di ridurre al minimo gli spessori della sedia senza comprometterne la resistenza fisica.
Così le gambe, la struttura e la scocca sono assemblati e restituiscono un’immagine molto leggera dal punto di vista formale.

Kayak è ancora più confortevole grazie all’introduzione della variante soft che ne aumenta il comfort. Il nuovo cuscino, realizzato in poliuretano espanso è rivestito con attuali tessuti Kvadrat®.
Questo ampliamento della collezione kayak contribuisce ad arricchire il prodotto sia esteticamente che nel comfort e a renderlo ancora più adatto a situazioni domestiche e contract in coerenza con l’evoluzione del gusto degli utenti contemporanei attenti al design ma sempre meno disposti a rinunciare in nome del rigore formale alla comodità.

La struttura e lo schienale sono proposti in rovere naturale o rovere verniciato scuro o verniciato noce. Completa la gamma, la nuova finitura in legno di faggio naturale e in alcune varianti di colore a poro aperto che interpretano sia le gamme dei toni più intensi come il rosso corallo o il verde salvia che quelle dei colori pastello.

Products

Designers

IMM 2016: twig total black

Combinando magistralmente materiali e tecniche produttive differenti, legno, plastica ed alluminio, Nendo firma per Alias il progetto di sedute twig.
Il concept di twig è una seduta che presenta una base in alluminio, di proporzioni generose, con le gambe inclinate in modo piacevole e dinamico; queste, da “ramoscelli” in alluminio cambiano materiale, diventano di legno, e si raccordano organicamente ai braccioli, anche essi in legno.
La collezione si compone di 4 varianti; quattro sedute ricavate ciascuna dall’unione di diversi elementi, (in legno massello di frassino, lavorati a controllo numerico, o materiale plastico) alla base realizzata in alluminio.
Quattro sedute uniche e contemporanee, ciascuna con la propria identità ma fortemente integrate nella collezione.
La più forte formalmente è la twig 4, dove il disegno dello schienale della sedia è interrotto in modo netto e grafico come in molti progetti del designer giapponese; e il risultato è un pezzo di design iconico e al tempo
stesso straniante.
Twig 3 riprende l’elegante gesto sui braccioli fornendo maggiore comfort.
La twig 1, dalla forma più tradizionale e proposta anche nella variante twig comfort, con schienale più generoso, è caratterizzata dall’elegante terminale del bracciolo a sbalzo contemporaneo e raffinato.
La collezione twig si inserisce nel catalogo di Alias in modo coerente e naturale, creando un piacevole mix tra la sensibilità del designer giapponese Nendo e la rilettura in chiave tecnologica che Alias fa nei suoi
prodotti.
Twig è proposta con struttura in alluminio lucidato, anodizzato o verniciato bianco; con schienali in frassino naturale e seduta o in frassino o rivestita in tessuti Kvadrat® o in materiale plastico. Elegante ed attuale la nuova proposta con elementi in frassino verniciato grigio cenere.

Products

Designers

IMM 2016: saen total black

saen, design by Gabriele e Oscar Buratti

Gabriele e Oscar Buratti interpretano per Alias la tipologia del tavolo a base centrale, fondendo l’eleganza del disegno alla ricercatezza materica.
Nasce così saen, una mensa caratterizzata da una base importante che in un disegno fluido, continuo e morbido, diventa stelo esile e slanciato, in un contrasto formale molto forte. Una sorta di calice rovesciato che portando il contenuto ed il peso nella parte a terra risolve l’esigenza della zavorra strutturale, a cui vengono fissati piani di forme e materiali diversi.
La base di saen è realizzata in cemento, materiale originale con una forte dose di specialità, facilmente plasmabile, omogeneo nella trama e sufficientemente pesante; resistente anche con sezioni ridotte e dalla finitura superficiale morbida e tattile.
Il cemento, simbolo di modernità in architettura, si rivela così materia fantastica ed inaspettata ideale per essere sperimentata sia a livelli formali che cromatici. L’innovazione della soluzione tecnologica utilizzata per lo stampo della base consente di ottenere una superficie del getto uniforme e pulitissima che non presenta segni di giunzioni.
Pensato sia per l’ambiente domestico, come tavolo da pranzo, che per ambienti contract, quali uffici e ristoranti di tendenza, saen è proposto con piano rotondo da Ø140 cm o quadrato con spigoli arrotondati da 140x140 cm, in legno di rovere naturale, vetro verniciato bianco e bisellato e in cemento.
La base in cemento, prevista nei colori del bianco e grigio caldo chiaro, è da oggi disponibile anche nel nero, abbinabile al piano in cemento in tinta o in vetro bisellato verniciato nero.

Products

Designers

Salone 2015: twig

twig, design by Nendo

Combinando magistralmente materiali e tecniche produttive differenti, legno, plastica ed alluminio, Nendo firma per Alias il progetto di sedute twig.

Il concept di twig è una seduta che presenta una base in alluminio, di proporzioni generose, con le gambe inclinate in modo piacevole e dinamico; queste, da “ramoscelli” in alluminio cambiano materiale, diventano di legno, e si raccordano organicamente ai braccioli, anche essi in legno.
La collezione si compone di 4 varianti; quattro sedute ricavate ciascuna dall’unione di diversi elementi, (in legno massello di frassino, lavorati a controllo numerico, o materiale plastico) alla base realizzata in alluminio.
Quattro sedute uniche e contemporanee, ciascuna con la propria identità ma fortemente integrate nella collezione.

La più forte formalmente è la twig 4, dove il disegno dello schienale della sedia è interrotto in modo netto e grafico come in molti progetti del designer giapponese; e il risultato è un pezzo di design iconico e al tempo stesso straniante.

Twig 3 riprende l’elegante gesto sui braccioli fornendo maggiore comfort.

La twig 1, dalla forma più tradizionale e proposta anche nella variante twig comfort, con schienale più generoso, è caratterizzata dall’elegante terminale del bracciolo a sbalzo contemporaneo e raffinato.

La collezione twig si inserisce nel catalogo di Alias in modo coerente e naturale, creando un piacevole mix tra la sensibilità del designer giapponese Nendo e la rilettura in chiave tecnologica che Alias fa nei suoi prodotti.

Twig è proposta con struttura in alluminio lucidato, anodizzato o verniciato bianco; con schienali in frassino naturale e seduta o in frassino o rivestita in tessuti Kvadrat® o in materiale plastico. Il modello twig comfort è previsto anche con schienale e seduta realizzati in materiale plastico.

Products

Designers

Salone 2015: frame soft

rollingframe+ TILT soft / rollingframe+ low TILT soft
meetingframe+ TITL soft

design by Alberto Meda

Da oggi le sedie rollingframe+ low , rollingframe+ e meetingframe+ nella variante con meccanismo oscillante TILT, si arricchiscono con la variante SOFT.
La nuova famiglia di sedute si rivolge ad un pubblico sempre più esigente, che richiede un’estetica molto ricercata, e al mercato contract che necessita sempre più spesso di sedute direzionali.
Frame soft risponde a queste situazioni, mantenendo la sua inconfondibile purezza formale.
Il nuovo cuscino sagomato è realizzato in morbida pelle o in tessuto Kvadrat® e diviso in quattro parti: due sulla seduta e due sullo schienale.
Generosi e di estremo comfort, i cuscini sono montati direttamente sulle sedie completamente rivestite in pelle.
Un ulteriore miglioramento ergonomico che va a completare l’offerta di una collezione icona del design contemporaneo.

Products

Designers

Salone 2015: eleven high back

eleven high back, design by PearsonLloyd

La collezione di imbottiti eleven, progettata dal duo britannico PearsonLloyd si amplia con l’introduzione di una nuova variante che ne rappresenta il naturale completamento. La nuova proposta high back, disponibile sulla poltrona e sui divani 2 o 3 posti, prevede pannelli laterali e posteriori, che si fissano alle gambe in alluminio, creando una zona protetta di privacy, ideale per gli spazi di lavoro.
Flessibili e di grande impatto estetico, i pannelli rivestiti in tessuto Kvadrat® o Camira, in tinta con gli elementi imbottiti; pratici bottoni automatici permettono di fissare i cuscini schienale e braccioli ai pannelli.
La gamba slanciata, realizzata in fusione d’alluminio verniciato in diversi colori, rimane l’elemento che caratterizza ogni seduta da uno, due o tre posti, della collezione eleven high back.

Products

Designers

Salone 2015: kobi rocking

kobi rocking, design by Patrick Norguet

Un ampliamento per la collezione kobi di Patrick Norguet con l’introduzione della nuova base a dondolo. Kobi rocking, ideale per i momenti di relax, è caratterizzata, come l’intera collezione, dalla scocca avvolgente e rigorosa, creata dagli intrecci in tondino d’acciaio saldato, e dal sostegno, in fusione di alluminio, che abbraccia elegantemente la seduta, avvolgendone totalmente la forma.
Le gambe, realizzate in alluminio verniciato in tinta alla scocca, sono fissate agli scivoli che si configurano come due elementi curvati in legno massello di rovere verniciato naturale, che garantiscono l’oscillazione della seduta.
I cuscini, in pelle o in tessuto, sono disponibili nelle varianti solo seduta, seduta più schienale e a scocca intera, e modellati per aderire perfettamente alla scocca ed integrarsi visivamente con la struttura.

Products

Designers

Salone 2015: Kayak soft

kayak soft, design by Patrick Norguet

Il legno è il filo conduttore di kayak, la collezione di sedute sviluppate con tecnologie tradizionali per dare vita a un progetto di grande eleganza. Un progetto tecnicamente complesso, caratterizzato da una seduta accogliente, di grande piacevolezza estetica e altrettanta stabilità, garantite nonostante le sezioni estremamente sottili della seduta curvata e degli elementi della struttura.
Da oggi kayak è ancora più confortevole grazie all’introduzione della variante soft che ne aumenta il comfort.
Il nuovo cuscino, realizzato in poliuretano espanso è rivestito con attuali tessuti Kvadrat®.
La struttura e lo schienale sono proposti in rovere naturale o rovere tinto scuro o noce e in alcune varianti di colore a poro aperto che interpretano sia le gamme dei toni più intensi come il rosso corallo o il verde salvia che quelle dei colori pastello. Completa la gamma, la nuova finitura in legno di faggio.

Questo ampliamento della collezione kayak contribuisce ad arricchire il prodotto sia esteticamente che nel comfort e a renderlo ancora più adatto a situazioni domestiche e contract in coerenza con l’evoluzione del gusto degli utenti contemporanei attenti al design ma sempre meno disposti a rinunciare in nome del rigore formale alla comodità.

Products

Designers

Salone 2015: tabu backrest

tabu backrest, design by Eugeni Quitllet

Il progetto tabu, firmato da Eugeni Quitllet e proposto in diverse varianti, è realizzato attraverso l’unione di diversi elementi di legno massello di frassino, lavorati a controllo numerico e innestati tra loro.
Innovativa e unica nel panorama delle sedie in legno, è la versione con lo schienale in metacrilato.
Così due materiali diversi tra loro, il legno, simbolo della natura, e il polimero trasparente, che interpreta la ricerca tecnologica, si uniscono dando vita ad un oggetto metafisico che esprime al meglio l’approccio progettuale di Quillet nella raffinatezza delle superfici e delle soluzioni di incastro tra i diversi materiali

Da oggi tabu backrest è proposta con il nuovo schienale più ampio, in metacrilato trasparente od essenza.
La collezione tabu è interamente certificata FSC®; ogni prodotto è, infatti, realizzato con legno proveniente da foreste gestite in maniera sostenibile e responsabile secondo rigorosi standard ambientali, sociali ed economici.
Tabu è proposta in frassino naturale o tinto rovere scuro, o noce, o nella più attuale laccatura poro aperto in 12 colori di tendenza.

Products

Designers

© Alias Design 2017 - P. IVA 02176720163